Canzoni


Da «Radici» all'«Ultima Thule», passando per «Piccola città», «Autogrill», «Auschwitz», «Culodritto», «Un altro giorno è andato», «Farewell»: questo volume raccoglie più di cinquanta tra le canzoni più amate di Francesco Guccini, accompagnate da un commento molto speciale. A rileggerle insieme a noi è una filologa e studiosa di letteratura italiana, che facendo ricorso ai suoi ferri del mestiere ci mostra i segreti stilistici, ritmici, retorici nascosti in ogni verso e - grazie alla conoscenza profonda del cantautore e della sua esperienza artistica - illumina ogni riferimento oscuro presente nei testi. Con le note verso per verso e i ricchissimi commenti a ogni canzone, questo è un libro di poesia: ci svela come la sapiente tessitura poetica compiuta da Guccini contribuisca in modo fondamentale alla nostra emozione di ascoltatori. Con il commento filologico di Gabriella Fenocchio.

 

 

 

 

 

 

 

RECENSIONI

 

“Guccini è uno scrittore che canta, non un cantante che scrive. Imperdibile, per noi gucciniani dispersi per la Pianura Padana e nel mondo.”

Beppe Severgnini, Sette

 

“I brani vengono scandagliati parola per parola per trovare citazioni e riferimenti. In Dio è morto c’è il riferimento al poemetto Howl di Allen Ginsberg, guardando il testo autografo si scopre che nella stesura originale c’è una strofa poi scomparsa nel testo definitivo…Guccini vince, come sempre, la sfida di tradurre il mondo in parole liberate dalle incrostazioni della chiacchiera quotidiana.”

Antonio Lodetti, Il Giornale

 

“La filologa Gabriella Fenocchio analizza i testi rintracciando le ascendenze artistiche e i dettagli biografici. Quanti di noi avevano colto citazioni che vanno da T.S. Eliot a Seneca, da Nietzsche ad Allen Ginsberg, da Montale a Gadda su fino a Omero?”

Maria Laura Giovagnini, Io Donna

 

 

 

 

 

NOTE

 

TITOLO: “Canzoni”

AUTORE: Gabriella Fenocchio

CASA EDITRICE: Bompiani

ISBN: 9788845295201

PAGINE: 352

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 19 settembre 2018